Procedimenti di disciplina militare – seconda parte

Procedimenti disciplinari militari: la comunicazione degli esiti all’autorità e il ruolo dell’avvocato militare.

Nello scorso articolo abbiamo visto che l’Ufficiale inquirente, al termine degli accertamenti, dovrà compilare una relazione riepilogativa.

disciplina militare
disciplina militare

Di tale atto darà comunicazione al militare incolpato, avvisandolo che potrà nuovamente prendere visione degli atti ed eventualmente presentare memorie.

In conclusione, l’Ufficiale Inquirente realizzerà una relazione finale, che non farà parte degli atti del procedimento e dunque non sarà visionabile, con cui comunicherà all’Autorità richiedente l’esito dell’inchiesta formale.

Egli potrà ritenere l’addebito fondato, parzialmente fondato oppure infondato. Evidentemente gli ultimi due esiti sono quelli auspicabili e che, grazie all’intervento di un avvocato esperto nella materia, potranno essere raggiunti anche grazie alla redazione di valide memorie difensive.

Nel prossimo articolo affronteremo le possibili conseguenze disciplinari del’inchieste formale per il militare.

A questo link è possibile scaricare la Guida tecnica procedure disciplinari del Ministero della Difesa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: